Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ambrosetti, cattura della Co2 necessaria per l'hard to abate

Ambrosetti, cattura della Co2 necessaria per l'hard to abate

"E' l'unico sistema per eliminare il 48% delle loro emissioni"

ROMA, 29 novembre 2023, 10:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le emissioni dei settori industriali energivori o "hard to abate" (duri da abbattere), come acciaio, cemento, vetro, ceramica, carta, chimica, fonderie, ammontano in Italia a 63,7 milioni di tonnellate di Co2. Elettrificazione, efficienza energetica, bioenergie, idrogeno e variazione delle materie prime potranno contribuire a una riduzione non superiore al 52% di tali emissioni. Per decarbonizzare il restante 48%, pari a 30,8 milioni di tonnellate di Co2 all'anno, sarà necessario ricorrere a soluzioni di cattura e stoccaggio del carbonio. Lo sostiene una ricerca di The European House - Ambrosetti, al centro di una tavola rotonda oggi a Roma con i vertici di Eni e di Snam.
    I settori "hard to abate" generano in Italia 94 miliardi di euro di valore aggiunto e 1,25 milioni di posti di lavoro. The European House - Ambrosetti ha esaminato il primo progetto di "carbon capture and storage" in Italia, quello di Eni e Snam a Ravenna. Qui sarà possibile stoccare in giacimenti di gas esausti circa 300 milioni di tonnellate di Co2 entro il 2050, pari a circa quattro volte le emissioni annuali della Regione Lombardia. La capacità complessiva stimata a Ravenna è di oltre 500 milioni di tonnellate.
    Una volta a regime, a metà del prossimo decennio, il progetto permetterà di stoccare ogni anno circa 16 milioni di tonnellate di Co2 emesse e catturate dalle industrie della zona. Il progetto sarà in grado di generare 1,55 miliardi di euro di valore aggiunto all'anno al 2050 (29,9 miliardi di euro cumulati tra il 2026 e il 2050) e oltre 17 mila posti di lavoro.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza