Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Stasi visita la sede di Vibo dell'azienda Baker Hughes

Stasi visita la sede di Vibo dell'azienda Baker Hughes

Iniziativa sindaco Corigliano Rossano dopo annuncio insediamento

CORIGLIANO ROSSANO, 24 novembre 2023, 21:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo l'incontro con le sigle sindacali e l'invio della richiesta di integrazione documentale, il sindaco di Corigliano Rossano, Flavio Stasi, si è recato nella sede di Vibo Valentia della Bake Hughes, l'azienda di tecnologia per energia e industria che realizzerà un insediamento nel porto della città dello Ionio cosentino.
    "Ho bussato alla porta della Baker Hughes a Vibo Valentia - afferma il sindaco Stasi in una nota - senza avviso. Lo avevo detto e l'ho fatto. Non volevo essere scortese, ma da sindaco mi interessava vedere l'attività reale, i rumori, gli ambienti, le persone, la trasparenza. Non volevo tappeti rossi o reparti coi fiocchetti. Ancora le ricordo le visite guidate negli impianti dell'Enel, che ci spiegava che il carbone era il top. Ora parliamo di decarbonizzazione. Devo dire, per onestà intellettuale e politica, che sono stato accolto e che ho trovato un'azienda seria. Ho visitato le officine, simili a quelle che dovrebbero essere realizzate nel nostro porto, gli ambienti di stoccaggio e gli ambienti dedicati ai lavoratori. Ho trovato anche un management quasi tutto del posto e motivato. Anche la mano d'opera é del posto. Nell'occasione ho ricevuto ulteriori chiarimenti ed ho potuto vedere un'anteprima delle integrazioni documentali che ho richiesto formalmente, in sede di Conferenza dei servizi, pochi giorni fa.
    Ho ovviamente specificato che, a prescindere da qualsiasi interazione diretta, ogni integrazione e notizia deve essere trasmessa in maniera trasparente al Comune affinché possa essere accessibile a tutti".
    "Posso dire, comunque - aggiunge Stasi - di aver avuto una prima impressione positiva. Chiaramente la nostra scelta non è una pagella a Baker Hughes. Riguarda le prospettive di sviluppo del porto e la loro compatibilità e come vediamo la città tra 50 anni. Per questa ragione ho fatto delle richieste precise, anche all'Autorità di sistema, rispetto all'assetto complessivo, agli investimenti nel porto, alle misure per la marineria. E per questo ho anticipato ai capigruppo che chiederò una seduta di Consiglio Comunale per confrontarci su queste tematiche".

"Non è detto che sia l'ultima visita - dice ancora il sindaco Stasi - e non è detto che non proponga o richieda visite accompagnato da altri pezzi di città, delle istituzioni o delle rappresentanze sociali. Come è stato fatto per le altre questioni importanti, stiamo affrontando anche questa tematica non come un problema, ma come una sfida per la città, con serietà, senza posizioni aprioristiche e cercando, se possibile, soluzioni condivise, sempre a favore della nostra comunità".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza