Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Capelli, i tagli di tendenza per l'inverno 2023/24, pari e dritti o mullet anni '60

Capelli, i tagli di tendenza per l'inverno 2023/24, pari e dritti o mullet anni '60

Nico Vinci e Davide Andena, colori marronati battono il biondo freddo

21 novembre 2023, 19:14

di Alessandra Magliaro

ANSACheck

Gucci © ANSA/AFP

Gucci © ANSA/AFP
Gucci © ANSA/AFP

Premesso che la salute dei capelli, con l'uso di prodotti di qualità e gli effetti positivi del benessere della persona a partire da una corretta alimentazione, è la prima cosa, ciclicamente ci aggiorniamo sulle tendenze di colori, tagli, acconciature. Tutto è sempre personalizzato rispettando l'equilibrio delle forme del viso  ma al di là di quello c'è sempre una moda di stagione, molto spesso dettata dalle sfilate ma anche dai creator su TikTok, dagli influencer, dai capelli della star del cinema, della musica o dello sport.
Quali sono le tendenze per l'autunno/Inverno 2023 - 2024 lo abbiamo chiesto ad un professionista come Nico Vinci , Hair Stylist Colorist Ambassador L'Oreal Pro, riferimento per tanti personaggi soprattutto del cinema e della moda. "Dopo tante onde c'è un cambio di rotta: il capello essenziale, liscio, pulito, dritto come uno spaghetto. E per il colore anche qui si cambia, dopo anni di sfumature e shatush ora si punta su un colore compatto, che non vuol dire monocorde perchè è comunque un colore sfaccettato con effetti naturali, sfumature leggere. Quello che si vedrà meno è appunto la sfumatura evidente dello shatush e anche i tagli sono più pieni, meno degradanti a meno che non ci si orienti sul trend opposto, quello del mullet anni '60 che ormai da qualche anno, e anche questa stagione, conferma il suo valore attrattivo, specie per le ragazze più giovani e rock: è un taglio scalatissimo, di rottura, corto davanti e lungo dietro". E accanto a quello il suo 'cugino' pixie corto senza lunghezze dietro, come quello sfoggiato alla Mostra del cinema di Venezia da Micaela Ramazzotti. Nico Vinci parla anche di acconciature, "da abbinare all'abito per personalizzare il look al massimo. Ecco così che va tantissimo, e anche dalle sfilate puntare su acconciature sofisticate lavorate a ferro per fare onde piatte, per un gusto retrò rivisitato. Noi facciamo sempre uno studio sull'abito per party, eventi, red carpet e il look finale deve essere armonico dalla testa ai piedi quindi anche la piega seguirò lo stile scelto per vestirsi". Quanto ai colori, interviene Davide Andena,  stilista storico di L'Oréal Professionnel , habitueè dei backstage della Milano Fashion Week e della Mostra del cinema di Venezia , "si punta sui marronati, si torna ad un colore mediterraneo più naturale per noi italiani rispetto alla moda imperante del biondo freddo. C'è chi si spinge al violaceo bordò per un colore effetto strong controcorrente ma niente più fluo. E del resto il magenta, colore Pantone dell'anno, contamina anche il settore dei capelli. E per chi, e sono la maggior parte delle clienti, non amano colori esagerati, è il marrone caldo il trend, da definire con il conturing: prima si fa il taglio, poi sulla forma si crea un effetto sfumato sul contorno del viso con piccolissime ciocche chiare ad accompagnare la morbidezza naturale dei capelli". 

Qual è il modo corretto di lavare i capelli? E un trucco (che non sapevi) per asciugarli

Da Nico Vinci e Davide Andena due trucchi da replicare: qual è il modo corretto per lavare i capelli? "Tutti pensano che sfregando, frizzando come diciamo noi, magari anche con energia lavi bene i capelli, invece così si irrita la cute che aggredita produce più sebo e li fa ingrassare. Il modo giusto per lavare la testa e fare massaggini con piccoli movimenti rotatori dai polpastrelli". E visto che la naturalezza è uno dei trend per acconciare i capelli ecco il consiglio: "al posto del diffusore, che può essere ingombrante noi professionisti usiamo 'la calza' ossia una sorta di calzino - si compra al web o nei negozi specializzati a pochissimi euro - estremamente resistente al calore, compatibile con tutti i phon, anche quelli da viaggio per cui è ottimo da portare anche nel bagaglio a mano perchè pochissimo spazio".

Moda, musica e TikTok per ispirare

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza