Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Vìola', al via la campagna dei medici di famiglia contro la violenza sulle donne

'Vìola', al via la campagna dei medici di famiglia contro la violenza sulle donne

Cricelli,'dottore sia primo confidente per situazioni a rischio'

ROMA, 22 novembre 2023, 18:44

Redazione ANSA

ANSACheck

manifesto VIOLA - RIPRODUZIONE RISERVATA

manifesto VIOLA - RIPRODUZIONE RISERVATA
manifesto VIOLA - RIPRODUZIONE RISERVATA

Si chiama 'Vìola' ed è la campagna contro la violenza sulle donne lanciata dalla Società italiana di medicina generale (Simg). L'obiettivo è porre la figura del medico di famiglia come primo confidente per situazioni a rischio.
    "I recenti eventi di violenza sulle donne ci impongono di rilanciare le nostre iniziative tese al coinvolgimento dei medici di medicina generale nella prevenzione della violenza di genere e nell'ascolto delle donne coinvolte", sottolinea Claudio Cricelli, presidente Simg.
    La Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie si impegna dunque contro la violenza di genere, tragicamente tornata d'attualità. In occasione dell'apertura del 40° Congresso, che si terrà a Firenze dal 23 al 25 novembre, la società scientifica rilancerà dunque la campagna 'Vìola', volta a favorire un ruolo del medico di medicina generale di supporto alle donne che sono oggetto di minacce o violenze, fisiche o psicologiche, reali o potenziali. L'invito rivolto a ogni donna che ne senta il bisogno è di confidarsi col proprio medico; dall'altra parte, la Simg si impegna anche a favorire una maggiore sensibilizzazione sul tema di tutta la categoria e del personale sanitario in genere. Per presentare l'iniziativa, sul palco del Congresso vi saranno decine di giovani medici, con anche una significativa presenza femminile, che delineeranno la figura del medico come punto di ascolto per fenomeni talvolta trascurati ma che sono spia di violenze domestiche e di situazioni pericolose.
    "I recenti eventi di violenza sulle donne ci impongono di rilanciare in apertura del nostro Congresso le nostre iniziative tese al coinvolgimento dei medici di medicina generale nella prevenzione della violenza di genere e nell'ascolto delle donne che sempre più frequentemente sono coinvolte", afferma Cricelli.
    
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza