Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Parte il progetto Primo soccorso nelle case circondariali femminili

Parte il progetto Primo soccorso nelle case circondariali femminili

Al via da Rebibbia con Atena Donna

ROMA, 25 ottobre 2023, 12:35

Redazione ANSA

ANSACheck

Corsi di primo soccorso nelle case circondariali femminili - RIPRODUZIONE RISERVATA

Corsi di primo soccorso nelle case circondariali femminili - RIPRODUZIONE RISERVATA
Corsi di primo soccorso nelle case circondariali femminili - RIPRODUZIONE RISERVATA

 Dopo i percorsi per la prevenzione e gli screening nelle case circondariali femminili, Atena Donna lancia un nuovo progetto: i corsi di Primo Soccorso.
    Da domani, 24 ottobre, gli incontri insegneranno le tecniche di Primo Soccorso, coinvolgendo le donne detenute e le agenti di polizia penitenziaria, in collaborazione con la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e la Fondazione Severino. Si partirà con il carcere di Rebibbia per proseguire nelle altre strutture d'Italia.
    "Questa attività - spiega il professor Francesco Franceschi, Ordinario di Medicina Interna alla Cattolica Campus di Roma - che avrà un duplice obiettivo. Il primo sarà quello di incrementare i livelli di sicurezza negli ambienti detentivi riguardo ad una possibile emergenza medica, istruendo tutte le donne che vorranno apprendere le tecniche del BLS (Basic Life Support). Il secondo sarà quello di promuovere la cultura dell'occuparsi dell'altro. Infatti, nelle circostanze in cui una persona perde conoscenza, avere accanto una persona altruista, può salvare la vita".
  

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza