Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Le miniere del Sulcis verso l'Unesco, c'è intesa per candidatura

Le miniere del Sulcis verso l'Unesco, c'è intesa per candidatura

Coinvolti diciassette comuni, ora dossier per Temptation list

CAGLIARI, 16 novembre 2023, 17:30

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il patrimonio storico minerario del Sulcis-Iglesiente e Guspinese muove i primi passi per la candidatura Unesco con l'obiettivo di entrare nella lista in qualità di paesaggio culturale di eccezionale valore. Ora c'è un protocollo di intesa che mette insieme Regione Sardegna, i 17 centri della Rete dei comuni coinvolti, il Parco Geominerario, Fondazione cammino di Santa Barbara e l'associazione speleologica sarda.
    "Una grande giornata perché un'altra parte della storia della Sardegna, in particolare il suo patrimonio minerario, adesso potrebbe diventare patrimonio dell'Unesco - ha detto l'assessore regionale alla Cultura Andrea Biancareddu presentando la firma dell'accordo - Un immenso volano di conoscenza. Un patrimonio che diventa un riconoscimento anche sociale, antropologico, per quella che è stata una grande storia di lavoratori, la storia umana, una storia di un eccidio e quindi tutto quello che è collegato al mondo del lavoro minerario".
    Prossimo passaggio: un dossier per l'inserimento nella cosiddetta Temptations List dell'Unesco. "Un percorso non facile - ha ammesso l'assessore - che comunque con il sussidio, il patrocinio e anche col finanziamento, se si potrà, della Regione, cercheremo di portare avanti il progetto per ottenere questo prestigioso risultato. Volevo ricordare che già le Domus de Janas, nonché il patrimonio nuragico, sono anche loro in itinere perché questo riconoscimento venga dato".
    Il progetto, avviato dal comune di Buggerru, come capofila, coinvolge anche Arbus, Carbonia, Carloforte, Fluminimaggiore, Gonnesa, Gonnosfanadiga, Guspini, Iglesias, Musei, Narcao, Perdaxius, Portoscuso, Santadi, Tratalias, Villacidro, Villamassargia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza