Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Per il beauty 2024 la nuova tendenza è la Skin longevity

Per il beauty 2024 la nuova tendenza è la Skin longevity

Skincare 'clinica' con niacinamide, ialuronico e altri attivi conquista anche le giovanissime

14 gennaio 2024, 23:36

(di Agnese Ferrara)

ANSACheck

Una donna allo specchio cura la sua pelle foto iStock. - RIPRODUZIONE RISERVATA

Una donna allo specchio cura la sua pelle foto iStock. -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Una donna allo specchio cura la sua pelle foto iStock. - RIPRODUZIONE RISERVATA

Per il 2024 la principale tendenza beauty riguarda la trasformazione dello skincare in chiave sempre più ‘clinica’ e perfino fantascientifica (c’è addirittura chi parla di invertire il processo di invecchiamento), in nome di una nuova frontiera della cosmetica di trattamento, la skin longevity. Meno obiettivi semplici (idratante, antirughe e così via) e più spazio agli ingredienti che fanno bene alla pelle influenzandone il metabolismo cellulare, meno testimonial e più scienziati riuniti in estesi gruppi multidisciplinari per azzeccare la formula migliore per la longevità cutanea, novità mondiale per l’anno nuovo.
Tutte le principali industrie del beauty mondiale ci stanno lavorando e le novità si moltiplicano tanto che, solo negli Stati Uniti – attesta NielsenIQ - i prodotti contenenti gli ingredienti leader della skin longevity, come la niacinamide (vitamina B3) e l’acido ialuronico, sono cresciuti a un tasso medio del 71,5% negli ultimi 5 anni rispetto al 5,3% degli altri prodotti (idratanti o antirughe semplici eccetera). Delle rughe poi neanche si parla più: la skin longevity si prende cura della pelle mantenendola in salute il più a lungo possibile tanto da mantenerla più soda, luminosa e colorita. E, qualche volta, promette perfino di rallentarne la senescenza. C’erano una volta normative e paletti legislativi (con tanto di glossario dei termini scientifici consentiti oppure no), siamo alla cosmesi libera che parla a briglia sciolta puntando a modificare i meccanismi cellulari, anche abbinati ad uno stile di vita che includa le tecniche di biohacking per la longevità, in cima ai trend del 2024.

 



Un trend tra scienza cosmetica e scienza della longevità.
Il fenomeno, seppure sembri strano, l’hanno cavalcato per prime le giovanissime: le 15enni con gli occhi spalancati su Youtube e TikTok adepte di tutorial e influencer alle prese con i nuovi (e complessi) riti di skin longevity. Sono state loro ad assorbirne per prime i messaggi (gli spot?) prendendo l’abitudine di spalmare sul viso sieri, gelatine, spray e oli alla base del nuovo filone di cura usando ingredienti ad azione clinica che magari a loro neanche servono. Da qui il trend e da qui l’esplosione di nuovi ritrovati per tutte le pelli e per tutte le età.
Non mancano le critiche verso le nuove abitudini delle giovanissime alle prese con la skin longevity, come quelle sollevate i giorni scorsi da alcuni autorevoli ricercatori e dermatologi statunitensi che all’agenzia americana Bloomberg hanno rilasciato dichiarazioni di allarme perché le ragazzine non dovrebbero applicare gli ingredienti leader del momento come, ad esempio, l’acido ialuronico, i peptidi, l’acido glicolico e così via. Senza contare che i nuovi sieri hanno prezzi alle stelle. Conferma, per l’Italia, l’esplosione dell’amore da parte delle teeangers per gli ingredienti dall’aria clinica e alla base del nuovo filone della longevità cutanea, Alessia Frongia, truccatrice ed esperta skincare della multinazionale di profumerie Sephora: “Le giovanissime arrivano da noi già con le idee chiare perché si formano su YouTube e TikTok. Approcciano al mondo dello skincare in modo del tutto nuovo ma non sempre scelgono ciò che è adatto alla loro pelle chiedendoci brand e ingredienti che sono invece pensati per le pelli più mature. Adesso ad esempio in cima alle loro richieste spicca una crema ricca di proteine, peptidi, fattori di crescita e amminoacidi formulata per pelli più mature. E’ del brand Drunk Elephant ed è tra le più proposte sui social al momento”. Così come il siero viso alla niacinamide al 10% del brand The Ordinary (nei topic trend sui social).
Cavalca il nuovo filone della longevità il colosso Estée Lauder con la nuova piattaforma ‘skin longevity’ a cui afferisce un nutrito gruppo di ricercatori (tra i quali il rinomato Stanford Center on Longevity, in California) e che consentirà ai consumatori di ripensare al modo con cui affrontano la cura della pelle e lo stile di vita per passare da una mentalità anti-età ad una inversione dell’età. Ha affermato Justin Boxford, Global Brand President, Estée Lauder: “La longevità è uno dei movimenti in più rapida crescita nei settori della bellezza e del benessere, con l’interesse dei consumatori multigenerazionali anche per le pratiche di biohacking e di inversione dell’età ai massimi storici. Disponiamo già di una tecnologia collaudata per rivelare un'inversione visibile dell'età. Consideriamo questo un momento davvero cruciale per rivoluzionare il settore, cambiando ciò che sappiamo sull’invecchiamento della pelle e reinventando la cura della pelle per il futuro”. Fanno parte del biohacking una serie di tecniche che spopolano sui social e che vanno dai crio, trattamenti controllati freddi (docce, bagni freddi e criosaune) alla sauna finlandese, miglioramento del sonno, digiuno intermittente e prolungato, alle tecniche di respirazione e così via.
Tra le novità sul fronte skin longevity , da inserire nella nuova beauty routine si segnalano il siero per la rigenerazione cellulare del brand Filorga Ncef-Shot, definito ‘pro-giovinezza potenziato’ e ispirato alla medicina estetica, un concentrato con un complesso biorivitalizzante con acido ialuronico, incapsulati per un assorbimento più veloce. L’Ncef (New Cellular Encapsulated Factors) è il complesso principe delle formule cosmetiche del marchio e incapsula, in microscopici vettori multilamellari, un cocktail di principi attivi: nutrienti essenziali come vitamine, aminoacidi, minerali, antiossidanti. La scienza cosmetica Filorga continua a evolvere, associando al complesso molecole di ultima generazione come l’ergotioneina e creando trattamenti skincare con blend di attivi in grado di proteggere la pelle, potenziarne i meccanismi di riparazione, difesa e rigenerazione per tutta la durata della vita, massimizzando i benefici di un approccio olistico pro-longevità.  “Quello della longevity è un mondo complesso e multidimensionale che si sviluppa in tre aree distinte: la cultura del lifestyle, la medicina della longevità e la medicina rigenerativa” spiega l'immunologo Alberto Beretta, Fondatore e Direttore Scientifico di SoLongevity (tra le realtà più innovative e avanzate in Italia sui temi della longevity medicine e unica azienda italiana entrata a far parte del National Innovation Center for Aging -NICA- in UK), opinion leader Filorga.
Arriva anche la più recente innovazione di prodotto del brand Estèe Lauder, la crema Re-Nutriv Ultimate Diamond Transformative Brilliance Soft Crème, che punta a un'inversione visibile dell'età in breve tempo. Lavora di notte secondo i principi della ‘cronobiologia’ invece la crema ricca Supremÿa La Nuit Le Grand Baume Anti-Âge, di Sisley Paris ed è frutto di ricerche in ambito della longevità anche l’ultima versione di Ultimate The Cream, del marchio giapponese Sensai per la rigenerazione della pelle. Shiseido ha un beauty longevity set con la linea Future Solution LX che sfrutta i benefici della antica erba Enmei per rivelare una bellezza senza tempo. E anche la nuova crema anti-età per pelli mature della linea Vital Perfection Concentrated Supreme Cream, in uscita a febbraio 2024, è in piena era skin-longevity perchè punta alla microcircolazione del sangue. L'intera rete cutanea di capillari sanguigni, insieme alla densità della rete vascolare, destinati a calare invecchiando, farebbero la differenza piuttosto che le rughe.  Specializzato nelle biotecnologie coniugate agli ingredienti naturali ad azione dermatologica anche il brand francese Patyka con sieri, maschere e creme per la salute della pelle.
I laboratori Lancôme hanno identificato Ampk ( Adenosina monofosfato - protein -chinasi attivata), una molecola nota agli scienziati come “l’interruttore della longevità” o “l’interruttore della giovinezza”, esiste in ogni nostra cellula ed è in grado di contenere l’invecchiamento e di prolungare la giovinezza, presiede a tre importanti funzioni cellulari: l’energia cellulare, la rigenerazione cellulare e la difesa cellulare. In tal modo è dunque in grado di contrastare molti dei processi associati all'invecchiamento: tutta la linea Lancôme Absolue è basata su questa scoperta.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza