Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Kia Niro Ev, semaforo verde per il passaggio all'elettrico

Kia Niro Ev, semaforo verde per il passaggio all'elettrico

Convincono dinamica, confort, qualità e soprattutto autonomia

MILANO, 27 novembre 2023, 13:11

Andrea Silvuni

ANSACheck

Kia Niro Ev, semaforo verde per il passaggio all 'elettrico - RIPRODUZIONE RISERVATA

Kia Niro Ev, semaforo verde per il passaggio all 'elettrico - RIPRODUZIONE RISERVATA
Kia Niro Ev, semaforo verde per il passaggio all 'elettrico - RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel panorama ogni giorno più ampio delle auto elettriche, il nuovo crossover Kia Niro Ev occupa una posizione tutta particolare. Grazie alle contenute dimensioni esterne, alla spaziosità dell'abitacolo, alle qualità della piattaforma e alle doti del motore elettrico 150 kW di potenza (e soprattutto 460 km di autonomia Wltp) Niro Ev si colloca in una conveniente posizione baricentrica tra i modelli elettrici 'democratici' e le più costose auto Bev premium.
    Niro Ev lo fa grazie alla importante evoluzione rispetto alla precedente generazione di questo crossover - completamente riprogettato da zero proprio per ottimizzare il funzionamento a batteria - ed alla crescita delle finiture e delle dotazioni fino a raggiungere quello che Kia definisce 'effetto premium'.
    Va ricordato che gran parte di queste prerogative - compreso l'ottimo coefficiente aerodinamico che nel modello Ev è solo 0,29 - sono condivise con le altre versioni ibrida elettrica (Hev) e ibrida plug-in (Phev) che facilitano la transizione verso la mobilità sostenibile.
    Tutte e tre le Niro sfruttano l'architettura K di terza generazione che consente varie opzioni di montaggio della batteria a seconda del propulsore. Hev e Phev la ospitano sotto il pavimento del sedile posteriore mentre nella versione Bev è centrale sotto il pavimento.
    Ciascuna configurazione garantisce una distribuzione del peso ideale per ottimizzare la qualità di guida, in particolare nel modello Bev il layout del sottoscocca porta ad un baricentro più basso e consente dunque un comportamento ottimale in curva.

 


 
    L'articolato test a cui è stato sottoposto il crossover elettrico di Kia, ha permesso di valutare - oltre all'influenza positiva del basso baricentro - la validità della messa a punto specifica alle sospensioni e allo sterzo di Niro Ev per offrire una guida sempre piacevole e reattiva.
    Per apprezzare al massimo queste caratteristiche si può utilizzare la modalità Sport che modifica anche la grafica del cruscotto digitale. Ma ciò influisce evidentemente sui consumi di elettricità.
    La stessa Casa sudcoreana specifica che nella variante elettrica (attraverso l'ottimizzazione della struttura e dei materiali= è stato introdotto un piccolo aumento della rigidità torsionale, sufficiente per offrire miglioramenti nella manovrabilità e nella risposta dello sterzo.
    L'unità elettrica garantisce tra 6.000 e 9.000 giri una potenza massima che corrisponde a 204 Cv e una coppia istantanea di 255 Nm, valori più che interessanti per un crossover da 4,42 metri di lunghezza e 1.787 kg di peso. Il tutto per una velocità massima di circ 170 km/h e uno scatto 0-100 km/h in 7,8 secondi.
    Ma ciò che più si apprezza nella Kia Niro Ev è l'autonomia effettiva, di poco inferiore ai 460 km che sono indicati dall'omologazione Wltp. Restando nelle velocità 'codice' e in modalità Eco il pacco batteria a 400 Volt agli ioni di litio da 64,8 kWh permette superare i 400 km.
    Kia Niro Ev presenta, dal punto di vista dell'utilizzatore elettrico, interessanti caratteristiche. Non ci riferiamo solo alla posizione 'centrale' nel musetto dello sportellino per la presa cui collegare il cavo (che evita lo stress della colonnina a destra o a sinistra) o alla illuminazione con luce Led della presa stessa.
    La ricarica con un impianto rapido CC - che in soli 43 minuti permette di risalire dal 10 all'80% di autonomia - richiede evidentemente condizioni ottimali. E quando le temperature sono basse (come in questo periodo), il sistema di Niro EV utilizza la navigazione - quando viene selezionato un punto di ricarica rapida come destinazione - per gestire il condizionamento della temperatura della batteria che aiuta a garantire le prestazioni desiderata.
    Niro Ev viene proposta al prezzo promozionale di 39.900 euro senza rottamazione e di 37.900 con rottamazione.
    Un cenno infine ai punti negativi del lungo test elettrico con il moderno ed efficiente crossover Kia. Anche il migliore dei Bev si scontra nell'uso reale con le problematiche del network di ricarica.
    E' il caso delle colonnine fuori uso non segnalate, di quelle non raggiungibili (per vetture anche elettriche parcheggiate male), di quelle incapaci di dialogare con le App di pagamento anche se previsto e infine - questo è l'aspetto più penalizzante - quelle che erogano una potenza di ricarica molto inferiore rispetto a quella di facciata. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza