Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Parigi braccio di ferro Comune-governo sui limiti di velocità

A Parigi braccio di ferro Comune-governo sui limiti di velocità

Hidalgo vuole 50 km orari su Périphérique, ministro dice di no

PARIGI, 07 dicembre 2023, 15:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuovo braccio di ferro e nuove polemiche fra il Comune di Parigi guidato dalla sindaca socialista Anne Hidalgo e il governo di Elisabeth Borne.
    Stavolta la posta in gioco è un ulteriore limite di velocità che la Hidalgo vuole imporre sul Péripherique, la tangenziale che corre attorno alla capitale e sulla quale la stessa sindaca ha già portato il limite da 90 a 70. L'obiettivo stavolta è di ridurre la velocità a 50 kmh, ma il ministro dei Trasporti, Clèment Beaune, ha annunciato oggi che il governo non convaliderà la decisione del Comune. Controreplica del vicesindaco Emmanuel Grégoire: "Abbasseremo il limite di velocità anche se il governo non darà il suo ok".
    La decisione dovrebbe entrare in vigore dopo le Olimpiadi di luglio-agosto, quindi per la fine del 2024: "Penso - ha detto stamattina Beaune ai microfoni di France Info - che non sia una buona idea e non la convalideremo. Se il Périphérique, dove ogni giorno circolano 1,2 milioni di auto, "è gestito dal Comune di Parigi - ha continuato il ministro - una modifica dei limiti di velocità necessita ovviamente di un'approvazione dello stato".
    Beaune si è peraltro detto "disponibile" all'idea di una corsia riservata ai veicoli in sharing, condivisi da due o più passeggeri: "Penso che sia una buona idea - ha detto Beaune - ma se contemporaneamente si limita la velocità a 50 kmh penso che si vuole far impazzire la gente".
    Dura la replica del Comune: "Oltre 500.000 persone vivono nei dintorni del Périphérique - ha detto Grégoire - e ne subiscono ogni giorno l'inquinamento. La riduzione di velocità consentirebbe di beneficiare di un'aria più respirabile e di poter dormire più serenamente riducendo l'inquinamento acustico.
    Ancora una volta, il governo sceglie la polemica di bassa levatura e cede alle sirene delle lobby dell'auto".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza