Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Disturbi dell'alimentazione già a 8 anni, "sono un'epidemia"

Disturbi dell'alimentazione già a 8 anni, "sono un'epidemia"

Dalla Ragione, "la metà delle regioni italiane senza strutture"

PERUGIA, 02 dicembre 2023, 16:51

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' una vera e propria "epidemia" quella in atto per i disturbi dell'alimentazione e dopo il Covid sta coinvolgendo fasce d'età sempre più basse, anche tra 8 e 12 anni che rappresentano il 30 per cento dei soggetti colpiti. Per Laura Dalla Ragione "di anoressia, o meglio dei disturbi fisici a essa collegati, non si muore se si riescono a individuare precocemente i segni di quella che è a tutti gli effetti una patologia psichiatrica e ci si sottoponga alle cure adeguate presso i centri specializzati". Lo dice parlando con l'ANSA dopo la vicenda di Emanuela Perinetti, della quale si sono occupati diversi media.
    "Nel 2022 in Italia sono morte 3.200 persone per complicanze mediche legate alla malnutrizione, con un'età media di 25 anni" spiega Dalla Ragione, psichiatra e psicoterapeuta, responsabile dei servizi dell'Usl Umbria 1, consulente ministeriale e docente universitaria considerata tra le maggiori esperte del settore.
    "I disturbi dell'alimentazione - aggiunge - sono una patologia psichiatrica, non una moda o una ricerca estetica. Parliamo di anoressia e bulimia nervosa ma anche di alimentazione incontrollata di chi in una sola ora può ingerire cibi da 3 mila a 30 mila calorie".
    Dalla Ragione ribadisce l'esigenza di "attivare nel primo anno della malattia terapie che oggi sono molto specializzate".
    "Spesso però - aggiunge - non c'è la consapevolezza della malattia e chi ne è affetto è convinto di stare benissimo. C'è una sorta di allucinazione nella percezione del proprio corpo: ci sono ragazze che pesano 30 chili eppure si vedono grasse. E' difficile convincerle a curarsi".
    L'esperta rileva poi che "la metà delle regioni italiane non ha strutture specializzate in grado di curare queste patologie".
    "In Umbria - sottolinea - abbiamo invece una rete all'avanguardia per la cura dei disturbi dell'alimentazione e per questo da noi arrivano giovani da ogni parte del Paese".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza