Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Covid: Vaia,'situazione sotto controllo, nessun allarme da Cina'

Covid: Vaia,'situazione sotto controllo, nessun allarme da Cina'

Obiettivo ridurre la mortalità con i vaccini

ROMA, 24 novembre 2023, 14:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"È nostro dovere, perché è possibile, ridurre la mortalità e limitare un eventuale aumento delle ospedalizzazioni che, a oggi, sono comunque assolutamente sotto controllo come indicano i dati" e al momento "non c'e' nessun allarme inoltre sul tema delle malattie respiratorie pediatriche in Cina, che stiamo monitorando attentamente in stretto raccordo con le Istituzioni internazionali". È quanto spiega Francesco Vaia, direttore generale della Prevenzione sanitaria.
    "Il Servizio sanitario nazionale, in tutte le sue articolazioni - spiega Vaia - è chiamato a impegnare ogni risorsa per una campagna di prevenzione che vede nella vaccinazione lo strumento decisivo".
    "Per questo, con le ultime circolari alle Regioni - aggiunge - abbiamo rimarcato l'importanza di promuovere l'offerta attiva delle vaccinazioni affinché, oltre all'importante lavoro dei Dipartimenti di prevenzione, dei medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta e delle farmacie, la vaccinazione sia disponibile anche negli ospedali e nelle Rsa, nonché negli ambulatori pubblici e privati che hanno in carico le persone fragili e/o affette da malattie croniche. Allo stesso modo, massima attenzione continuerà a essere dedicata alla sorveglianza dell'andamento epidemiologico di tutti virus respiratori". "Desidero ringraziare a tale riguardo - conclude Vaia - l'Istituto Superiore di Sanità per l'eccellente lavoro svolto con il Sistema di sorveglianza RespiVirNet che ci permette di avere settimanalmente dati aggiornati sui casi di sindromi simil-influenzali su cui basare le nostre azioni di sanità pubblica".
    Al 22 novembre i posti letto in area medica sono stati 4.811 mentre la scorsa settimana erano 4.167 passando quindi dal 6,7% al 7,7%.
    Per le terapie intensive questa settimana i ricoveri salgono a 137 da 122, con un tasso di occupazione che passa dall'1,4% a ll'1,5%.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza