Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lotta all'artrite, Manni e Andrijashenko testimonial Fira

Lotta all'artrite, Manni e Andrijashenko testimonial Fira

Etoile Scala: 'abbiamo seguito più il cuore che la tecnica"

CAGLIARI, 06 ottobre 2023, 16:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Per una volta da interpreti a coreografi. Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko, étoile del Teatro alla Scala di Milano, oltre ad accettare il ruolo di testimonial della Fondazione Italiana per la ricerca sull'artrite (Fira), hanno firmato il racconto al centro del video sul ruolo della ricerca sulle malattie reumatologiche.
    La coppia di stelle di prima grandezza nella danza e nel campo della solidarietà è stata presentata oggi al Teatro Lirico di Cagliari nel corso di una conferenza stampa alla presenza del sovrintendente Nicola Colabianchi, di Alberto Cauli, direttore della reumatologia dell'Aou di Cagliari e membro del Cda di Fira e da Aurora Marsotto consigliera di Fira.
    "Non siamo coreografi - hanno detto i due primi ballerini della Scala - ma per una giusta causa ci siamo impegnati per realizzare un lavoro che potesse arrivare alle persone. Abbiamo seguito il cuore più che la tecnica, per trasmettere efficacemente il messaggio a più persone possibile".
    I due artisti hanno raccolto il testimone da Carla Fracci, scomparsa nel 2021. "E' per noi un grande onore poter seguire le orme di una vera maestra e icona della danza anche al di fuori del nostro impegno a teatro, dando supporto a un Fondazione autorevole che svolge un compito vitale per tutti noi - hanno detto Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko - come ballerini sappiamo bene, infatti, quanto sia bello muoversi liberamente e stare bene con il proprio corpo e quanto in realtà questo sia un sistema complesso e fragile".
    Per Cauli "Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko sono testimonial preziosi per la ricerca che portiamo avanti, grazie alla quale riusciamo a restituire con le giuste e preventive cure a migliaia di persone una vita normale e permettere loro di avere un lavoro, pagare le tasse ed essere non un costo per la sanità ma un guadagno per la società".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza