Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Meta contesta le nuove regole Ue sui mercati digitali

Meta contesta le nuove regole Ue sui mercati digitali

Verrà impugnata la designazione di Messenger e Marketplace

ROMA, 17 novembre 2023, 09:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel ricorso alla Corte di Giustizia dell'Ue, Meta contesterà la decisione della Commissione europea di designare alcuni popolari prodotti online come servizi "core", ossia i servizi principali della piattaforma, ai sensi del Digital Markets Act (Dma), il nuovo regolamento europeo sui mercati digitali, che punta a per combattere le pratiche di mercato sleali e le distorsioni della concorrenza da parte delle Big Tech. Lo riporta il Financial Times.

In particolare, il colosso di Mark Zuckerberg impugnerà la decisione di designare Messenger e Marketplace, sostenendo che il primo è una funzionalità di chat di Facebook e come tale non è un'applicazione e un servizio separato. Quanto a Marketplace, l'azienda, scrive il quotidiano della City, sosterrà che è un prodotto per i consumatori e non un "gateway" per le aziende che si rivolgono ai consumatori. Quello di Meta sarà il primo ricorso contro il Dma, scrive il Ft. Apple, Amazon e TikTok starebbero valutando tale possibilità, mentre Microsoft e Google hanno deciso di non presentarlo. A settembre la Commissione europea ha designato sei società come gatekeeper (Alphabet, Amazon, Apple, ByteDance, Meta e Microsoft). Le Big Tech hanno tempo fino al 6 marzo del prossimo anno per conformarsi alla nuova serie di requisiti, obblighi e divieti introdotti dal Dma.

   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza