Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Giovanni Masotti, turbamento ed estasi a Palazzo d'Accursio

Giovanni Masotti, turbamento ed estasi a Palazzo d'Accursio

Dal 9 dicembre la mostra celebra i 150 anni dalla nascita

BOLOGNA, 07 dicembre 2023, 11:27

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Associazione Bologna per le Arti presenta a Palazzo d'Accursio dal 9 dicembre al 4 febbraio 'Giovanni Masotti (1873-1915). Turbamento ed estasi', una mostra curata da Francesca Sinigaglia e Isabella Stancari che si propone di ricostruire la vita e l'operato del pittore, celebrando i 150 anni dalla nascita e redigendo, per la prima volta, un catalogo delle opere conosciute. La mostra raccoglie 70 opere, tra grandi tele, tavolette, disegni e acquerelli, provenienti da collezioni private e pubbliche, come Intesa Sanpaolo, Collegio Artistico Venturoli, Diocesi di Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, MAMbo-Museo d'Arte Moderna di Bologna e Pinacoteca Nazionale, oltre che un importante nucleo di dipinti ancora di proprietà degli eredi. La rassegna segue un percorso cronologico mostrando, per la prima volta, l'evoluzione stilistica dell'artista ed è organizzata attorno a cinque nuclei tematici principali: dalla frequentazione del Collegio Venturoli alle collaborazioni con le chiese bolognesi e con la Società Francesco Francia, dalla partecipazione ai concorsi pittorici all'attività di decoratore e alla morte ad Aosta.
    Giovanni Masotti fu tra i più promettenti esponenti della pittura locale del suo tempo, conosciuto per la sensibilità coloristica e le capacità innovative. Dal carattere instabile e fiero, studiò al Collegio Venturoli e nonostante la sua breve vita conquistò diversi riconoscimenti in campo pittorico, come il Premio Baruzzi, che vinse nel 1902 con Bandiera bianca, ritenuto il suo capolavoro. L'Associazione Bologna per le Arti è nata nel 1999 per fornire un servizio diretto alla conoscenza e alla divulgazione delle arti figurative con specifico riferimento ai periodi dell'Ottocento e del Novecento. Organizza senza scopo di lucro mostre, conferenze e realizza pubblicazioni per la valorizzazione della tradizione artistico-culturale del territorio bolognese.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza