Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La vita di Giacomo Matteotti a Palazzo Braschi a Roma

La vita di Giacomo Matteotti a Palazzo Braschi a Roma

Il leader socialista celebrato a 100 anni dalla scomparsa

ROMA, 29 febbraio 2024, 18:41

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA - Una grande mostra a Palazzo Braschi celebra il percorso umano e politico del leader socialista Giacomo Matteotti, in occasione del centenario della sua scomparsa. Dal primo marzo al 16 giugno il museo di Roma ripercorre la vita del leader socialista, deputato e segretario del Partito Socialista Unitario, dagli esordi giovanili all'affermazione nazionale, dalle battaglie per la democrazia all'opposizione al fascismo, di cui aveva compreso tra i primi la natura totalitaria, fino al brutale omicidio perpetrato dal regime mussoliniano.
    L'esposizione 'Giacomo Matteotti. Vita e morte di un padre della democrazia', a cura di Mauro Canali con il coordinamento di Alessandro Nicosia, racconta la profonda dignità e l'alto senso civico che Matteotti dimostrò in un tragico momento della nostra storia, diventando l'archetipo dell'avversario tenace del fascismo. Un esempio il suo, animato da un forte slancio civile e morale. In mostra materiali inediti e documenti originali - fotografie, manoscritti, oggetti, libri d'epoca, articoli di giornali e riviste, filmati e documentari, opere d'arte, ceramiche, brani musicali dedicati al leader politico - provenienti da prestigiosi archivi e fondazioni.
    L'esposizione è suddivisa in quattro sezioni, che ripercorrono la vita di Matteotti e il drammatico passaggio dallo Stato liberale alla dittatura fascista: la prima è intitolata 'Il giovane Matteotti' e illustra l'impegno in Polesine a favore di braccianti e mezzadri, la carriera accademica e l'adesione al Partito Socialista; la seconda, 'Impegno politico nazionale 1919-1924', ne distingue l'attività parlamentare, l'azione politica contro il fascismo. La sezione 'Sequestro e morte 1924-1926' parte dall'affermazione nel 1924 del Psu quale partito più forte della sinistra, compreso il celebre discorso del 30 maggio 1924 in Parlamento contro i brogli e le violenze dei fascisti, fino al sequestro di cui fu vittima il 10 giugno 1924 a Roma, all'assassinio e al processo-farsa di Chieti.
    Infine la sezione 'Il mito di Matteotti' focalizza il lascito del politico, dalle commemorazioni alla perdurante residenza nell'immaginario collettivo.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza