Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Torna in piedi il Telamone della Valle dei Templi

Torna in piedi il Telamone della Valle dei Templi

Riassemblata la statua gigante del tempio di Zeus

PALERMO, 29 febbraio 2024, 18:43

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in piedi il Telamone della Valle dei Templi RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo venti anni di studi, ricerche e restauri il "gigante di pietra" dell'antica Akragas si è rialzato. Il "Telamone", una delle colossali statue antropomorfe che sostenevano l'architrave del tempio di Zeus Olimpio, l'Olympieion, simbolo della Valle dei templi, è stato riportato in posizione eretta.

La statua, alta quasi 8 metri, è sostenuta da una struttura in acciaio di 12 metri alla quale sono ancorate delle mensole dove sono collocati i singoli pezzi.

L'intero progetto di musealizzazione dell'area dell'Olympieion, che finora è costato 500 mila euro di fondi del Parco, include la prossima ricostruzione a terra di una parte della trabeazione e della cornice del tempio, in modo rendere un'idea più concreta delle dimensioni colossali e dell'unicità del monumento ma, nello stesso tempo, proteggere i reperti.

Nel 2004, il Parco della Valle dei templi ha avviato un'estesa campagna di studi e ricerche sull'Olympieion affidata all'Istituto archeologico germanico di Roma (Dai Rome) e guidata da Heinz-Jürgen Beste. Lo studio, oltre a nuove conoscenze sul monumento, ha portato alla precisa catalogazione degli elementi ancora in situ. Sono stati così individuati più di 90 frammenti che appartenevano ad almeno otto diversi telamoni e, di uno di essi, si conservavano circa i due terzi degli elementi originari che lo componevano.

Video Torna in piedi il Telamone della Valle dei Templi, ad Agrigento

 

Questo nucleo omogeneo di blocchi è stato utilizzato per la ricostruzione del telamone, "fratello" di quello già ricostruito a fine Ottocento, ospitato al Museo archeologico "Pietro Griffo" dove è tuttora. Il curatore del progetto è l'architetto Carmelo Bennardo, attuale direttore del Parco archeologico di Siracusa, mentre l'esperto scientifico è l'architetto Alessandro Carlino.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza