Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sito anti femminicidi, il progetto del padre di Chiara Gualzetti

Sito anti femminicidi, il progetto del padre di Chiara Gualzetti

'Andrò al funerale di Giulia, serve una battaglia comune'

BOLOGNA, 03 dicembre 2023, 09:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 Una "piattaforma anti femminicidi" con la richiesta di pene certe per i killer. E' online all'indirizzo www.certezzadellapena.it il progetto di Vincenzo Gualzetti, padre di Chiara, uccisa a 15 anni da un coetaneo a Monteveglio (Bologna) il 27 giugno 2021. L'obiettivo, spiega Gualzetti al Resto del Carlino, è raccogliere più adesioni possibili da parte di chi ha subito un lutto come il suo, parenti di altre vittime, per portare avanti proposte e iniziative comuni. "Perché la morte di Chiara non sia vana", si legge sul sito.
    Tre i punti subito chiari sulla pagina web: certezza di scontare la pena. Pena adeguata al crimine commesso.Possibilità di eliminare l'attenuante della giovane età. "Chi ha sofferto come me la perdita di una figlia, di una sorella, di una madre, si faccia avanti. Insieme potremo cambiare le cose", è l'invito di Gualzetti, che ha lanciato anche una raccolta fondi per sostenere il progetto.
    "Martedì - dice Gualzetti al Carlino - andrò al funerale di Giulia Cecchettin e lì spero di incontrare suo padre. Capisco il suo dolore e lo rivivo sulla mia pelle, perché è tanto simile al mio e mi piacerebbe creare un legame con lui e invitarlo a una battaglia comune".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza