Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio: Mourinho 'Nessuna festa,Roma ancora da alti e bassi'

Calcio: Mourinho 'Nessuna festa,Roma ancora da alti e bassi'

Tecnico 'Dovevamo chiuderla dopo l'1-0'

ROMA, 26 novembre 2023, 20:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Siamo ancora una squadra da alti e bassi, qualche giorno sono sorpreso di modo negativo. Quindi faccio festa". Lo ha detto Josè Mourinho a Dazn nel post partita dopo la vittoria contro l'Udinese. "Sembra che vogliamo battere il record di punti segnando nei minuti finali - ha aggiunto - Ma dopo il primo gol si sentiva la fragilità dell'avversario. E' lì che dovevamo chiuderla". A chi gli chiede se la Roma vista nel finale con Azmoun, Dybala e Lukaku fosse una squadra replicabile ha risposto: "E' un po' sbilanciata solo perché la natura di Paulo e Azmoun non è di grande disciplina e applicazione difensiva. Azmoun è un profilo di giocatore che amo, ma gli manca qualcosa ancora per essere un mio calciatore". Infine tornando sul concetto di "gang di banditi" di cui aveva parlato alla vigilia ha concluso: "Si nasce banditi, non lo diventi. Io ad esempio ci sono nato come un bandito del calcio".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza