Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Almeno 9 licei occupati a Roma, presidi 'Intervenga la polizia'

Almeno 9 licei occupati a Roma, presidi 'Intervenga la polizia'

Una scuola vandalizzata, danni ingenti

ROMA, 06 dicembre 2023, 07:24

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Almeno nove licei sono stati occupati in queste ultime ore a Roma. "Siamo il coordinamento dei collettivi autonomi romani - scrive un gruppo di studenti - e abbiamo occupato i nostri licei portando delle rivendicazioni comuni". Per questa mattina è stata prevista conferenza stampa al liceo Morgagni alle 12:00 per leggere un comunicato comune e rispondere alle domande. Il liceo Giorgi Woolf, secondo quanto mostrano alcune immagini diffuse dai social, è stato vandalizzato. Tra i liceli occupati, molti storici come il Tasso, il Morgagni, il Mamiani, il Manara, Righi, Archimede, Aristofane, Colonna e Virgilio.
    I presidi di Anp in una nota esprimono "il nostro pieno dissenso per un'azione che sa di rito stanco e inconcludente, che lede il diritto allo studio della maggior parte degli studenti non aderenti e che si configura inoltre come interruzione di pubblico servizio.
    Queste dissennate azioni di protesta incrinano inoltre il sereno rapporto interno alle comunità scolastiche in cui tutti gli educatori, docenti e dirigenti, cercano quotidianamente di lasciare spazio di iniziativa agli studenti, accogliendo le loro richieste con disponibilità umana, formativa e culturale, naturalmente negli ambiti di loro pertinenza.
    Organizzare le occupazioni rivendicando generici diritti al miglioramento della scuola, ma calpestandoli con i reali comportamenti, è indice di assoluta incoerenza da parte di chi ne è organizzatore: e non solo non si producono miglioramenti, ma molto spesso si ritrovano, dopo le occupazioni, devastazione e distruzione, con necessità di spesa di decine e decine di migliaia di euro per ripristinare la situazione quo ante. Di tutto questo abbiamo testimonianze fotografiche degli anni scorsi e in questi giorni di quanto accaduto presso l'IIS Giorgi Woolf di Roma.
    Di fronte a questo quadro i dirigenti scolastici pretendono dalle altre istituzioni e dalle forze dell'ordine sostegno e azione immediata al fine di ripristinare una situazione di legalità e di diritto all'istruzione per tutti gli studenti".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza