Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Detenuti romani al lavoro per Casa rifugio Telefono Rosa

Detenuti romani al lavoro per Casa rifugio Telefono Rosa

Pronte due t-shirt per raccolta fondi contro violenza di genere

ROMA, 06 dicembre 2023, 12:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Contro la violenza sulle donne e i femminicidi si leva una voce dal carcere: l'associazione Made in Jail ha coinvolto i detenuti dei corsi di serigrafia di tre Istituti di pena romani - Rebibbia, Regina Coeli e Terza Casa - nella realizzazione di due t-shirt contro la violenza sulle donne la cui vendita andrà a finanziare interamente una casa rifugio per donne vittime di violenza nel II Municipio di Roma del Telefono Rosa, l'associazione che dal 1988 è impegnata contro la violenza di genere e nella protezione delle donne vittime e dei loro figli.
    L'iniziativa, che intende contribuire nella sensibilizzazione su un tema di forte e drammatica attualità, mira anche a lanciare culturalmente il messaggio che - come spiegano i promotori - "anche dal carcere può nascere un contributo ad una battaglia sociale così importante e così sentita da tante persone detenute". Il progetto verrà presentato ufficialmente sabato 16 dicembre in occasione del lancio del progetto educativo contro ogni genere di violenza e come contrasto alla criminalità rivolto alle scuole di Roma e del Lazio, organizzato da Made in Jail e dalla società di comunicazione Numidio, che si terrà alle 16.30 al Polo Educamedia, in Viale dei Salesiani 19.
    Mail in Jail è un'associazione che da 35 anni aiuta le persone detenute a reinserirsi nel tessuto sociale, culturale e lavorativo con i suoi corsi di stampa serigrafica in carcere.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza