Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Una mostra ricorda "i designer in cravatta" di un secolo fa

Una mostra ricorda "i designer in cravatta" di un secolo fa

La storia di Isia Academy 1922 1943 nei Musei Civici di Monza

ROMA, 11 novembre 2023, 15:04

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dal 10 novembre al 28 gennaio 2024 i Musei Civici di Monza ospitano "Isia Academy 1922-1943. Quando i Designer Portavano la Cravatta", una mostra che rievoca la breve ma cruciale vicenda dell'Istituto Superiore di Industrie Artistiche di Monza, tra le più importanti scuole di arte e design attive nell'Europa del primo Dopoguerra. La mostra ai Musei Civici di Monza, in collaborazione con Vertigo Syndrome, è a cura di Alberto Crespi.
    Attiva nel secondo ventennio del Novecento alla Villa Reale di Monza, l'Isia è stata una parentesi innovativa nel panorama della formazione artistica italiana. Sulla scia del tedesco Bauhaus da cui trasse ispirazione, la scuola accolse come docenti artisti internazionali e formò pittori, scultori e grafici. Dalle sue aule uscirono personalità come lo scultore Costantino Nivola e Giovanni Pintori, art director per Olivetti dal 1938 al 1968. In occasione dei cento anni dalla prima Biennale Internazionale delle Arti Decorative, tenutasi nella Villa Reale di Monza nel 1923, dalla quale ebbe origine la Triennale di Milano, l'esposizione rievoca questa straordinaria vicenda e ne racconta protagonisti e opere, con alcuni capolavori che da questa fucina dell'arte uscirono, conservati proprio nelle raccolte dei Musei Civici di Monza, cui si affiancano pezzi inediti provenienti da collezioni private e dalla Società Umanitaria di Milano, l'ente di ispirazione socialista che s'impegnava nell'educazione delle classi popolari, per volere della quale l'Isia fu creata. Pannelli didattici e installazioni audio e video, realizzati dall'influencer Rey Sciutto con un linguaggio che s' ispira a quello dei social network, accompagnano il visitatore nel percorso espositivo, suddiviso in sezioni dedicate ai vari insegnamenti attivati negli anni dall'istituto. Anche grazie alla cravatta personalizzata Isia che tutti i visitatori riceveranno, sarà possibile rivivere lo spirito dell'epoca e calarsi nella parte degli studenti che ormai un secolo fa, frequentavano in giacca e cravatta i corsi dell'Isia, desiderosi d' intraprendere il loro percorso nel mondo del lavoro, con la stessa passione degli aspiranti designer contemporanei ma con strumenti e tecnologie diverse.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza