Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Confesercenti Firenze, 'servono più forze ordine e un Cpr'

Confesercenti Firenze, 'servono più forze ordine e un Cpr'

L'associazione chiede anche modifiche legislative per sicurezza

BAGNO A RIPOLI, 02 dicembre 2023, 15:33

Redazione ANSA

ANSACheck

Un "maggior numero di forze dell'ordine in strada, nelle ore diurne come notturne", anche "attraverso una legge speciale", e la realizzazione di un Cpr anche in Toscana, "ritenuto peraltro essenziale anche dai prefetti che si sono succeduti in città negli ultimi tempi".
    Sono due delle proposte formulate da Confesercenti Città di Firenze per migliorare la sicurezza urbana, a fronte del recente aumento dei fenomeni di microcriminalità lamentato dai commercianti.
    L'associazione suggerisce una modifica legislativa "che introduca l'arresto cautelare in carcere per chi spaccia", e una nuova legge sui cosiddetti reati contro il patrimonio "che a seguito della riforma Cartabia purtroppo non sono più perseguibili senza denuncia di parte", cosa che in città come Firenze "si traduce in una sorta di immunità diffusa per chi delinque".
    Confesercenti Firenze auspica inoltre "una nuova legge nazionale sul tema immigrazione e 'permanenza' sul territorio nazionale, superando disposizioni anacronistiche (vedasi i cosiddetti 'decreti flussi') che non risolvono le esigenze lavorative ed occupazionali dell'azienda e certo non contribuiscono a garantire la sicurezza delle nostre città, lasciando nel limbo della clandestinità migliaia di persone che vivono quotidianamente una condizione di precarietà diffusa".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza