Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Gli uomini che cambiano', quattro spot forti contro la violenza sulle donne

'Gli uomini che cambiano', quattro spot forti contro la violenza sulle donne

Rizzuto toglie i panni del cabarettista e sfida i luoghi comuni

AOSTA, 24 novembre 2023, 19:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Quattro spot "forti e diretti", per sfatare luoghi comuni. Quattro brevi monologhi portati in scena dall'attore Francesco Rizzuto che, tolti i panni del cabarettista di Zelig, riflette e fa riflettere sui diversi tipi di violenza contro le donne, e su come siano ancora insiti nella vita di tutti i giorni. Quasi a voler riprendere, modificandolo in positivo, il titolo del successo di Mia Martini del 1992, 'Gli uomini che cambiano' è la campagna realizzata nell'ambito delle iniziative per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne e promossa dalla Consigliera di Parità, dal Consiglio Valle e dall'assessorato regionale della Sanità, salute e politiche sociali.
    "Quando c'è un problema bisogna parlarne per tentare di risolverlo", ha detto il presidente del Consiglio Valle, Alberto Bertin, durante la presentazione della campagna. "E' un problema - ha spiegato - che riguarda tutti, è un problema di civiltà.
    Occorre cambiare una mentalità, il modo di relazionarsi, che non ha nulla a che vedere con i sentimenti ma con i rapporti di potere, di forza, che poi degenerano. Ed è questa necessità di cambiamento che emerge da questi spot".
    In ognuno dei quattro spot, Rizzuto posa a terra una pedana, ci sale sopra, guarda dritto in camera e inizia a parlare a voce alta. Sotto lo sguardo stranito di chi si trova attorno: dagli operai edili di un cantiere della val d'Ayas, in mezzo ai quali riflette sul cat-calling, agli avventori di un bar del centro di Aosta, dove l'attore palermitano si concentra sul tema dello stupro. Sino allo spogliatoio maschile dove descrive il 'ciclo della violenza' davanti a una squadra di hockey e alla palestra in cui spiega cos'è lo stalking.
    Tutti gli spot sono introdotti con le parti più controverse di celebri canzoni italiane, da 'Bella stronza' di Marco Masini a 'Ricominciamo' di Adriano Pappalardo. "Il target è formato dagli uomini con più di 50 anni", ha spiegato il regista, Davide Bongiovanni. "Ci siamo presentati in questi contesti dove nessuno ci aspettava - ha assicurato - con l'incognita di dover chiedere la liberatoria solo al termine, anche se poi abbiamo avuto il consenso di tutti". L'iniziativa ha raccolto l'adesione delle consigliere di parità di diverse regioni italiane: Basilicata, Emilia-Romagna, Calabria, Friuli-Venezia-Giulia.
    "Apprezzo questa campagna - ha detto il pm Manlio D'Ambrosi, che si occupa ogni giorno di casi di violenza contro le donne - perché si rivolge agli uomini. Al contrario, negli anni passati, in altri contesti ci si focalizzava spesso sulle donne, generando anche vittimizzazione secondaria".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza