Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In una scuola del Frusinate arriva il 'congedo mestruale'

In una scuola del Frusinate arriva il 'congedo mestruale'

Richiesto dagli studenti, è attuato ancora in pochi istituti

ROMA, 28 novembre 2023, 13:20

Redazione ANSA

ANSACheck

8 marzo: studentesse protestano vicino clinica Mangiagalli - RIPRODUZIONE RISERVATA

8 marzo: studentesse protestano vicino clinica Mangiagalli - RIPRODUZIONE RISERVATA
8 marzo: studentesse protestano vicino clinica Mangiagalli - RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Istituto di istruzione secondaria 'G. Sulpicio' di Veroli è il primo della Provincia di Frosinone e tra i pochissimi in Italia ad aver introdotto il diritto al congedo mestruale che consente alle ragazze affette da dismenorrea di avere due giorni di permesso al mese che non verranno conteggiati come assenza, dietro certificazione medica.
    Una proposta che è stata avanzata dalle rappresentanze studentesche, condivisa dal Collegio docenti e approvata dal Consiglio d'Istituto e che viene lodata dalla consigliera regionale del Lazio Sara Battisti. "Ha un carattere rivoluzionario - scrive in una lettera indirizzata alla dirigente scolastica, Marianna Stefania Ladisi - specie nel momento storico nel quale si colloca. Stiamo infatti assistendo in questi giorni, a seguito del femminicidio di Giulia Cecchettin, ad un dibattito molto profondo sul ruolo ricoperto dalla scuola nell'ambito dell'educazione delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi e sulla necessità di promuovere l'introduzione dell'educazione sessuale e all'affettività tra i banchi di scuola".
    E' stato il Pilo Albertelli la prima scuola del Lazio a riconoscere il congedo mestruale grazie al quale le studentesse che soffrono di patologie come endometriosi, dismenorrea e vulvodinia, mostrando un apposito certificato medico, possono assentarsi per due giorni al mese. La prima iniziativa del genere in Italia invece era stata assunta dal Liceo Artistico di Ravenna nel dicembre scorso. La legge prevede infatti che gli studenti debbano frequentare almeno i tre quarti dell'orario annuale per potere essere ammessi agli scrutini: quindi un quarto dell'orario annuale è la quota massima di assenze possibili per la validità dell'anno scolastico. La legge consente però alle scuole di potere individuare delle deroghe, per assenze motivate e documentate. Di norma in tutte le scuole ad esempio è prevista come deroga l'assenza dovuta a malattie certificate.
    Anche la Rete degli studenti medi ha chiesto che il congedo mestruale venga introdotto nelle scuole di tutta Italia. Una proposta in tal senso è stata presentata nei mesi scorsi dalle deputate dell'Alleanza Verdi e Sinistra e firmata da tutto il gruppo parlamentare con un testo in tre articoli.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza