Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Comune Bergamo dedica a Tortora giardino davanti a Procura

Comune Bergamo dedica a Tortora giardino davanti a Procura

La figlia Gaia: 'Scelta di speranza, fa riflettere su giustizia'

BERGAMO, 17 giugno 2023, 19:50

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"L'anniversario di oggi rappresenta una vita intera e non è un caso che io abbia voluto trascorrere questo giorno qui a Bergamo, perché questa città ha un doppio valore: quello del carcere, dove mio padre è stato rinchiuso, ma anche quello della rinascita". E' quanto ha detto oggi pomeriggio Gaia Tortora, intervenendo a Bergamo alla presentazione del suo libro 'Testa alta, e avanti', edito da Mondadori e presentato nella Sala Galmozzi con il sindaco Giorgio Gori e il senatore pd e giornalista Filippo Sensi nell'occasione del quarantesimo anniversario dell'arresto del padre Enzo, ingiustamente accusato di associazione camorristica finalizzata al traffico di droga, salvo infatti poi essere completamente scagionato e vittima di un clamoroso errore giudiziario.
    Il Comune di Bergamo ha voluto dedicare proprio a Enzo Tortora il giardino della riqualificata piazza Dante, nel centro della città e di fronte alla Procura. "Questa dedica rappresenta una scelta di speranza - ha detto Gaia, anche lei giornalista e scrittrice - perché papà ha passato nel carcere di Bergamo diverso tempo, dopo essere stato a Regina Coeli, ma non volevo che Bergamo fosse legata al suo nome soltanto come luogo del dolore. La scelta di dedicargli un luogo vicino alla procura è simbolica e invita alla riflessione sul tema della giustizia".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza